L’ultraleggero precipitato (Foto VV.ff)
in foto: L’ultraleggero precipitato (Foto VV.ff)

Purtroppo non ce l'ha fatta Stefano Mecca: l'uomo, 51 anni, è la seconda vittima dell'incidente aereo che si è verificato lo scorso 21 settembre vicino all'aeroporto di Orio al Serio, nella provincia di Bergamo. Nel pomeriggio di oggi, venerdì 27 settembre, purtroppo è arrivata la tragica notizia: Stefano Mecca, pilota esperto, purtroppo non ce l'ha fatta ed è deceduto all'ospedale Niguarda di Milano, dove era ricoverato, dopo giorni di agonia. Eppure, nei giorni scorsi, era sembrato che le sue condizioni di salute fossero in miglioramento. Si aggravano, dunque, le proporzioni della tragedia: la figlia Marzia, 15 anni, era deceduta nello schianto, mentre le sue sorelle, Chiara, 18 anni, e Silvia, gemella di Marzia, sono rimaste ferite e sono ancora ricoverate anche loro nel nosocomio meneghino.

L'incidente aereo in cui hanno perso la vita Marzia e suo padre Stefano

Come detto, la tragedia si è verificata lo scorso 21 settembre, sabato, nelle vicinanze dell'aeroporto bergamasco di Orio al Serio. Il velivolo ultraleggero, alla cui guida c'era proprio Stefano Mecca, si è schiantato al suolo per cause che sono ancora in corso di accertamento. A bordo dell'aereo, come detto, un'intera famiglia: non solo papà Stefano, ma anche Chiara, 18 anni e le due sorelle gemelle Silvia e Marzia, 15 anni. Nell'impatto al suolo, purtroppo, proprio Marzia non ce l'ha fatta: quando i soccorsi sono giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Tutti feriti, in maniera più o meno grave, gli altri occupanti del velivolo: purtroppo oggi è arrivata la tragica notizia anche del decesso del 51enne. Intanto, la Procura di Bergamo ha aperto una inchiesta sull'accaduto per capire cosa sia effettivamente successo.