Lo aveva già annunciato, più volte, anche in passato. Ma adesso sembra che Vittorio Sgarbi abbia veramente deciso: "Mi candido a sindaco di Milano", ha scritto su Facebook il noto critico d'arte. Come d'abitudine, Sgarbi non sembra però voler abbandonare lo stile sopra le righe che da sempre lo contraddistingue: ed ecco allora che nel messaggio in cui annuncia la sua ennesima discesa in campo il critico d'arte precisa che si candiderà con il Pdr, il Partito della rivoluzione: "Presto un'assemblea pubblica con i miei sostenitori", promette Sgarbi, il cui annuncio sul social network ha già reso felice migliaia di persone: quasi 15mila i like al suo messaggio, postato lunedì 26 ottobre.

Sgarbi aveva già annunciato di volersi candidare a giugno

Sempre su Facebook esiste un'altra pagina, "Vittorio Sgarbi sindaco di Milano", con molti meno fan: meno di 300. Era stata lanciata all'indomani della conferenza stampa durante la quale, lo scorso giugno, Sgarbi aveva annunciato per la prima volta la sua volontà di partecipare alle prossime Comunali 2016, che decideranno chi sarà il successore di Giuliano Pisapia a Palazzo Marino. Non si capisce se tra i due annunci vi sia continuità, o se quest'ultimo rappresenti un passo in avanti in termini di consapevolezza politica, da parte di una persona che in passato è già stato sindaco di un paesino della Sicilia, Salemi.

Fatto sta che adesso si attende l'assemblea pubblica, nella quale magari Sgarbi farà anche i nomi di chi intende coinvolgere nel suo progetto politico: chissà che in giunta, in caso di vittoria, non voglia davvero nominare Ruby alle Pari opportunità ed Efe Bal al Lavoro, come già annunciato nei mesi scorsi.