Si sono serviti di una ruspa per provare a sradicare le colonnine self service del distributore di benzina. È quanto accaduto attorno alle 4.30 della mattina di martedì 3 dicembre lungo la strada Padana, all'altezza di Vimodrone. La "banda della ruspa", probabilmente formata da tre persone, ha preso di mira un distributore Tamoil dopo aver rubato un escavatore da una cava poco distante. Il colpo ai danni del distributore di benzina non è tuttavia andato a segno. I malviventi sono scappati a mani vuote, abbandonando la ruspa sul piazzale del benzinaio senza riuscire a rubare niente.

I colpi precedenti

Non è ancora chiaro se la banda in azione ieri a Vimodrone sia la stessa che in passato aveva già colpito altri distributori automatici di benzina. Sul caso intanto indagano i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, che stanno cercando di fare chiarezza per ricostruire quanto accaduto. Da quanto risulta i responsabili del tentato furto hanno utilizzato le braccia dell'escavatore per colpire e abbattere le colonnine self service del distributore. Per ragioni ancora da accertare non sono però riusciti a portare a termine il loro piano. Il 7 ottobre scorso un episodio simile si era verificato a Cornate d'Adda, in provincia di Monza e Brianza, dove un gruppo composto da almeno quattro persone aveva preso d'assalto una pompa di benzina allo stesso modo: utilizzando una ruspa. In quella circostanza i ladri erano riusciti però a scappare con il bottino, fuggendo a bordo di un furgone rubato con i contanti estratti dalla colonnina self service del distributore.