(immagini di repertorio)
in foto: (immagini di repertorio)

Nelle prime ore di lunedì 7 ottobre una banda di almeno quattro persone ha preso d'assalto un benzinaio di Cornate d'Adda, in provincia di Monza e Brianza. Secondo quanto si evince dalle prime ricostruzioni, il gruppo di rapinatori sarebbe penetrato con una ruspa nell'area del distributore, distruggendo le colonnine del pagamento self service per poi scappare con in contanti a bordo di un furgone, rubato poco prima di mettere a segno il colpo. Un piano ben congegnato che ha permesso ai ladri di fuggire senza troppi problemi.

Le indagini dei carabinieri

Quando le forze dell'ordine sono arrivate sul posto, i malviventi avevano già intrapreso la loro fuga. Immediatamente sono scattare le ricerche dei carabinieri. I militari che indagano sul caso stanno cercando di ricostruire i diversi profili dei componenti del gruppo. L'episodio si è verificato intorno alle cinque di mattina. Quando è scattato l'allarme e i mezzi delle forze dell'ordine sono arrivati sul posto i militari, i rapinatori si erano già volatilizzati con l'intero bottino. Il distributore vandalizzato dalla ruspa  ha subito gravi danni nella rapina e necessiterà di importanti lavori di ristrutturazione.

I casi precedenti

Non è la prima volta che un gruppo di rapinatori decide di svaligiare un distributore di benzina scassinando le colonnine delle pompe self service. Nel marzo del 2018 sette ragazzi tra i 20 e i 26 anni furono fermati con l'accusa di aver messo a segno una trentina di colpi di questo tipo in tutta la Lombardia. La banda era stata sgominata dai carabinieri di Cassano d'Adda, in provincia di Milano.