Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si è presentato all'incontro col suo avvocato e la futura ex moglie con un coltello a serramanico di 27 centimetri, ma la troppa ansia l'ha fregato. Un uomo di 35 anni di Rozzano in provincia di Milano, è stato denunciato dai carabinieri per detenzione di armi atte ad offendere.

L'agitazione l'ha tradito

All'incontro, organizzato a Vigevano nello studio legale dell'avvocato che sta assistendo lui e la moglie per la separazione e il conseguente affido della figlia minorenne, si era portato dietro l'arma, forse per indirizzare la discussione a proprio favore qualora si fosse messa male. Ma il 35enne non ha fatto i conti con la propria ansia, tangibile, che ha messo in allarme il legale che l'ha ritenuta inspiegabile. Così il professionista ha contattato subito i carabinieri che, una volta sul posto, hanno perquisito l'uomo scoprendo l'arma: la denuncia è scattata immediatamente.

A Pavia una tentata aggressione settimana scorsa

Solo una settimana fa a Pavia, nel giorno degli attacchi a Londra e all'Aja, un uomo con diversi precedenti penali è stato fermato mentre cercava di aggredire con un coltello i passanti. Il 39enne, che dovrà rispondere di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale, e porto abusivo di armi, ha successivamente tentato di offendere anche gli agenti, che l'hanno bloccato e arrestato. Il giorno seguente è stato condannato dopo un processo per direttissima a un anno e dieci mesi di detenzione.