(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Giovanissimi, eppure già dediti a piccoli reati. Due ragazzini di 14 anni e un ragazzino di 13 anni – però non imputabile, vista la tenera età – sono stati arrestati dalla Polizia di Stato a Varese per una rapina commessa ai danni di due coetanei: è accaduto nella giornata di ieri, mercoledì 30 ottobre. Stando a quanto si apprende, i tre stavano passeggiando in corso Moro quando, alla fermata dell'autobus, hanno incrociato sulla loro strada due coetanei. I tra baby rapinatori hanno circondato i due malcapitati e, dopo averli spintonati e minacciati di altre violenze, gli hanno sottratto alcune banconote, in totale 15 euro, prima di darsi alla fuga.

Alla scena, però, ha assistito la madre di una delle vittima, che si trovava poco lontano dalla fermata dell'autobus in attesa proprio del figlio e che ha allertato immediatamente le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato, che si sono messi sulle tracce dei tre ragazzini e li hanno rintracciati sulla strada che porta al centro di Varese: dopo averli perquisiti, i poliziotti hanno rinvenuto nelle loro tasche le banconote appena sottratte ai due coetanei. Per i due 14enne è scattato l'arresto: sono stati accompagnati nel centro di prima accoglienza Beccaria di Milano. Il terzo ragazzino, 13 anni, come detto visto l'età non è imputabile ed è stato riaccompagnato dai genitori.