Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È indagato per omicidio colposo Patrick L., il padre di Diego, il bambino di soli 4 anni deceduto all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in seguito a un incidente con il bob avvenuto lo scorso 4 gennaio. Il piccolo era sul bob con il fratellino di 18 mesi quando per motivi ancora da accertare si sono schiantati contro un albero: l'impatto è stato violentissimo ed entrambi i fratellini sono finiti in ospedale. Mentre il più piccolo dei due è stato dimesso dopo 24 ore con qualche contusione, il piccolo Diego che avrebbe compiuto quattro anni ad Aprile non ce l'ha fatta ed è morto dopo due giorni di agonia. Un incidente che ha lasciato la piccola comunità della Val Viola, nel territorio di Valdidentro in provincia di Sondrio, sotto choc. È qui infatti che abita la famiglia Lanfranchi che possiede una baita poco distante dalle piste dove si è verificato il tragico incidente.

Effettuata l'autopsia sul corpo del piccolo Diego

Incidente sul quale la procura di Sondrio ha aperto un'inchiesta per appurare cosa sia accaduto e stabilire eventuali responsabilità: spetta agli esperti del Soccorso alpino della guardia di finanza (Sagf), coordinati dal pubblico ministero Marialina Contaldo, capire se la tragedia poteva essere evitata in qualche modo. Intanto la Procura ha iscritto il padre nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo per la morte di Diego e di lesioni colpose per il fratellino. Un atto dovuto dunque per permettere al legale dell’indagato, l'avvocato Ezio Trabucchi, di partecipare alle varie fasi dell’indagine volte a chiarire cosa sia accaduto e cosa abbia provocato la morte di Diego, sul cui corpo è stata effettuata questa mattina l'autopsia i cui risultati saranno resi noti nei prossimi giorni.