Un frame del video diffuso sulla pagina Facebook del Sap
in foto: Un frame del video diffuso sulla pagina Facebook del Sap

Attimi di paura quest'oggi alla stazione degli autobus di Lampugnano, alla periferia di Milano. Verso l'ora di pranzo alle forze dell'ordine è arrivata la segnalazione di un uomo che si aggirava armato in zona Bonola, minacciando i passanti con un coltello. In pochi minuti le volanti del locale commissariato hanno individuato l'uomo, che si aggirava per il terminal degli autobus armato di coltello e con una bottiglia di birra nell'altra mano. L'uomo sembrava visibilmente alterato: alla richiesta dei poliziotti di gettare l'arma ha risposto con un atteggiamento minaccioso. Il capopattuglia della volante, tenendo l'uomo sotto tiro con la sua arma d'ordinanza, è riuscito con freddezza e dopo una breve colluttazione a disarmare l'uomo, che prima di arrendersi ha scagliato la bottiglia di birra contro il parabrezza di uno dei bus parcheggiati nel terminal. Nessuno, comunque, è fortunatamente rimasto ferito.

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per procurato allarme e false dichiarazioni sulla propria identità. Dagli accertamenti è emerso che si tratta di un cittadino nigeriano di 36 anni, con un precedente per procurato allarme. La fase finale dell'arresto è stata filmata da uno dei passeggeri a bordo degli autobus in transito nel terminal di Lampugnano. Il filmato è stato quindi pubblicato sulla pagina Facebook del Sap Milano, il Sindacato autonomo di polizia: "Queste sono le situazioni nelle quali si trovano ad operare le Forze dell'ordine Ogni giorno", hanno scritto sulla pagina del Sap, auspicando poi quanto prima l'introduzione (già prevista in via sperimentale) della pistola a impulsi elettrici, il taser, tra le dotazioni delle forze dell'ordine: "Ogni istante impiegato per decidere come fermare questi soggetti può essere fatale.. Forza con questi taser!".