Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Potrebbe esserci una lite in macchina all'origine dell'incidente stradale in cui ha perso la vita la 44enne Izabel Pereira Da Gama, brasiliana residente a Treviolo in provincia di Bergamo, nella mattinata di domenica 16 giugno sull'autostrada A4 all'altezza di Dalmine (Bergamo). È una delle ipotesi al vaglio dei carabinieri del comando provinciale di Bergamo e della polizia stradale di Seriate che stanno indagando sullo schianto avvenuto attorno a mezzogiorno al chilometro 163 dell'autostrada Venezia-Torino, in cui è rimasto ferito un uomo di 32 anni, nipote della vittima.

Alcuni testimoni li hanno visti litigare in macchina

Alcuni testimoni, secondo quanto riporta l'Eco di Bergamo, pochi istanti prima del tragico impatto avrebbero visto la Fiat 500 sbandare vistosamente e zigzagare, mentre le due persone a bordo discutevano con foga. Poco dopo il veicolo è andato a schiantarsi contro le barriere in cemento che dividono le due direzioni di marcia ed è andato distrutto. Il 32enne è ora indagato per omicidio colposo.

La donna è morta sul colpo, grave il nipote

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti gli operatori del 118 Areu con due ambulanze, un'automedica e un mezzo dell'elisoccorso. Per la donna non c'è stato niente da fare: i paramedici hanno potuto solo constatare che era morta sul colpo. Il nipote è stato trasportato d'urgenza in codice rosso all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove resta ricoverato in prognosi riservata.