Violenza sessuale di gruppo fuori da un locale di Manerba, sulla sponda bresciana del lago di Garda. La denuncia, riportata dal quotidiano locale "Bresciaoggi", arriva da una turista danese minorenne in vacanza sul lago. La ragazza, che sta trascorrendo alcuni giorni di vacanza assieme con la famiglia e risiede in un camping della zona, aveva trascorso la serata in un disco-pub della località in provincia di Brescia. Qui, secondo il suo racconto ritenuto attendibile dai carabinieri, sarebbe stata avvicinata da quattro ragazzi. Prima ci sarebbero stati pesanti approcci: poi, nel parcheggio del locale, sarebbe avvenuta la violenza di gruppo. I presunti stupratori si sono poi allontanati, mentre la ragazza è stata notata altri giovani di passaggio, che l'hanno accompagnata in ospedale.

Nonostante il comprensibile stato di choc, la giovane è stata lucida nel raccontare quanto accaduto ai carabinieri. I militari dell'Arma ritengono la sua versione credibile e sarebbero già sulle tracce dei presunti responsabili, che sarebbero stati ripresi anche dalle telecamere di sicurezza installate nel parcheggio del locale in cui è avvenuto il presunto stupro. L'individuazione e identificazione dei quattro potrebbe dunque essere una questione di ore.