(Nicola Scieghi/Foto Facebook)
in foto: (Nicola Scieghi/Foto Facebook)

All'alba di questa mattina, mercoledì 4 dicembre, è stato trovato il cadavere di Nicola Scieghi, il 31enne di Albosaggia, in provincia di Sondrio, scomparso a Piateda nella notte tra sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre. Il corpo senza vita di Nicola è stato rinvenuto morto nel fiume Adda, non molto distante dal punto in cui era stato visto per l'ultima volta. Il rinvenimento del corpo senza vita del ragazzo è stato recuperato grazie agli sforzi delle squadre impegnate nelle ricerche. Non solo carabinieri, vigili del fuoco e finanzieri, ma anche tanti volontari tra cui anche il sindaco di Piateda Simone Marchesini. Le operazioni per recuperare la salma sono ancora in corso. Non sembrano esserci dubbi sull'identificazione del cadavere.

La dinamica della scomparsa di Nicola Scieghi

La scomparsa di Nicola è avvenuta dopo una cena passata in compagnia dei coscritti del 1988. Dopo aver mangiato in un ristorante di Ponte in Valtellina gli amici si sono spostati verso una discoteca di Piateda. Da quanto risulta però, Nicola non sarebbe mai entrato all'interno del locale, preferendo concludere anticipatamente la serata. Il 31 enne, nonostante i quasi dieci chilometri che lo separavano da casa, aveva deciso di avviarsi a piedi, poiché sprovvisto di automobile. Secondo le prime ricostruzioni è ipotizzabile che Nicola sia caduto accidentalmente nel fiume mentre percorreva il tragitto verso Albosaggia.