Tragedia sul lavoro sulle sponde del Lago di Como. Questa mattina un uomo di 58 anni, che stava lavorando in un cantiere edile a Bellagio, in provincia di Como, è stato travolto dal crollo parziale di un solaio. L'operaio, la cui identità non è stata resa nota ma che era originario della Brianza, è rimasto sepolto dalle macerie fino a quando un suo collega si è accorto dell'incidente e ha chiamato i vigili del fuoco. I pompieri sono riusciti a estrarre il corpo del 58enne dai detriti, ma per l'uomo purtroppo non c'è stato nulla da fare: è deceduto per la gravità delle ferite riportate.

Aperta un'inchiesta dalla procura

Il crollo è avvenuto in un cantiere in via Suira, zona a monte della famosa località lacustre. Non si conosce ancora con precisione la causa del cedimento del solaio, che è avvenuto proprio mentre la vittima stava lavorando in una zona sottostante. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono arrivate un'ambulanza e l'elisoccorso, il cui intervento è stato purtroppo inutile. Si aspetta adesso che sulla tragedia siano fatte tutte le indagini del caso: la procura di Como ha aperto un'inchiesta.