Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si è costituito ai carabinieri di Treviglio il pirata della strada accusato di aver travolto e ucciso un uomo a Caravaggio, in provincia di Bergamo. L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio attorno alle 17: la vittima, il 70enne Battista Recanati, si stava recando a Messa assieme alla moglie quando è stato travolto da un'auto. L'uomo, falegname in pensione, è stato sbalzato violentemente sull'asfalto ed è morto sul colpo. Inutili i soccorsi da parte del personale medico che aveva invece portato in ospedale sotto choc la moglie, una 65enne, stravolta per aver visto morire il marito davanti ai suoi occhi.

Il pirata della strada era braccato dai carabinieri

Il conducente della vettura non si era fermato a prestare soccorso ed era fuggito. Sul luogo dell'incidente, in via Damiano Chiesa, erano però rimasti dei pezzi della vettura: parte dello specchietto di una Volkswagen Golf dal quale i carabinieri di Treviglio stavano risalendo al proprietario della stessa, per altro inchiodato anche dalle immagini di alcune telecamere di sorveglianza e dalle testimonianze di alcune persone che avevano assistito all'incidente. Il pirata della strada, probabilmente sentendosi braccato, si è però spontaneamente presentato alla caserma di Treviglio. Si tratta di un 44enne del posto, adesso arrestato con l'accusa di omicidio stradale. Adesso si dovrà capire se l'uomo stesse guidando sotto effetto di alcol o droga. Lui sostiene di non essersi accorto di nulla: la sua vettura nel frattempo è stata sequestrata.