Il luogo del ritrovamento (Foto: Cnsas Lombardia, via Facebook)
in foto: Il luogo del ritrovamento (Foto: Cnsas Lombardia, via Facebook)

Tragedia questa mattina in montagna sulla Concarena, nella media Valle Canonica. Un alpinista di 38 anni, R.V., è morto dopo essere precipitato per circa cento metri in una scarpata. Il giovane alpinista era originario di Cantù, in provincia di Como. Stando a quanto ricostruito dal Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico lombardo l'uomo questa mattina era partito assieme a due compagni, anche loro appassionati di montagna, con l'intenzione di scalare il massiccio delle Prealpi bergamasche – la cui vetta supera i 2.500 metri – salendo per la via Cassin. Durante la scalata però il 38enne sarebbe scivolato sul terreno bagnato ed è caduto, precipitando per un centinaio di metri.

La salma dell'alpinista recuperata con l'elicottero

La segnalazione al Cnsas è arrivata attorno alle 7: sul posto è intervenuto un elicottero che ha individuato il corpo del 38enne ai piedi di una ripida scarpata nel territorio comunale di Cerveno, in provincia di Brescia. Un tecnico del Cnsas e l'équipe medica hanno raggiunto il corpo del 38enne con un verricello: purtroppo i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo, morto a causa dei gravi traumi riportati nella caduta. La salma dell'alpinista è stata successivamente recuperata.