Un uomo di 83 anni, milanese, è morto sui monti della Valchiavenna, in provincia di Sondrio. Il suo corpo privo di vita è stato ritrovato attorno alle 21 di ieri nei pressi della Torre di Segname, antica costruzione che si trova su una cima panoramica tra Gordona e San Pietro di Samolaco. La vittima era un escursionista milanese ed era in gita con un gruppo del Cai di Milano formato da venti persone. L'itinerario dell'escursione programmata non era impegnativo: la salita verso la Torre di Segname, costruzione del XIIesimo secolo, è infatti un percorso molto frequentato in questo periodo. Pare che il gruppo sia arrivato alla Torre e abbia pranzato, per poi iniziare la discesa verso Samolaco, anche questo un percorso senza grosse difficoltà. Una volta arrivati alle automobili, però, il gruppo si è accorto della mancanza dell'83enne. A quel punto è scattato l'allarme e sono partite le ricerche. Per l'83enne però era ormai troppo tardi: quando è stato ritrovato, attorno alle 21, l'anziano escursionista era già deceduto.

Non sono ancora chiare le cause del decesso, anche se pare che l'uomo sia caduto lungo il sentiero e precipitando in una scarpata abbia riportato traumi purtroppo mortali. L'allerta è stata lanciata alcuni minuti dopo le 20: nonostante fosse buio i tecnici del Soccorso alpino e speleologico della Valchiavenna e i vigili del fuoco del distaccamento di Mese hanno avviato le ricerche e, nel giro di poco meno di un'ora, hanno individuato il corpo dell'83enne. Per lui non c'era però più niente da fare. Per accertare le cause precise di quello che sembra essere stato un incidente mortale sul luogo del ritrovamento è intervenuto anche il soccorso alpino della guardia di finanza.