Foto: Vigili del fuoco
in foto: Foto: Vigili del fuoco

La tragedia che ha sconvolto Albizzate, paesino in provincia di Varese, nel pomeriggio di oggi, mercoledì 24 giugno, dove a causa del crollo del cornicione di un edificio sono morti due bambini e la loro mamma, ha avuto diversi testimoni. Uno di questi, è il sindaco della cittadina, Mirko Zorzo.

Un testimone: Li avevo appena salutati, poi è crollato tutto

Il primo cittadino di Albizzate, che lavora in una delle attività ospitate dall'ex edificio industriale, stava uscendo dal lavoro e si è visto crollare tutto di fronte. Fortunatamente, il sindaco è rimasto illeso, coperto solo dalla polvere che il crollo ha alzato. Ad accorgersi immediatamente dell'entità dell'incidente, sarebbe stato un gruppo di ragazzini che si trovava sulla parte opposta della strada, davanti all'ingresso di un supermercato. Uno di loro ha dichiarato di aver "salutato la famiglia che stava passando. Mi sono girato e ho sentito un botto. Quando mi sono girato era già tutto crollato", le parole riportate da Varesenews.

Illeso il terzo figlio della donna

A rimanere travolta dalle macerie è stata la madre e due dei suoi tre figli. Il bambino di cinque è morto sul colpo, mentre la piccola di 15 mesi è andata in arresto cardiocircolatorio ed è stata dichiarata morta dopo due ore di tentativi di rianimazione. Illeso, invece, il terzo piccolo. Il crollo ha interessato anche un'altra donna, portata in codice giallo all'ospedale di Varese. Le sue condizioni sarebbero serie ma non gravi. Stando ai primissimi rilievi effettuati dai vigili del fuoco, il crollo sarebbe stato causato da un cedimento della palazzina.

Fontana: Dolore mio e di tutti i lombardi

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha espresso il suo cordoglio per la tragedia che ha colpito la famiglia su Facebook. Il governatore lombardo ha scritto di aver appreso dell'incidente "con immenso dolore". "Il tetto di una palazzina è crollato coinvolgendo più persone – proseguito il governatore Fontana -, i soccorsi sono tempestivamente intervenuti sul posto ma per una mamma e il suoi due bambini non c'è stato nulla da fare". Quindi, il presidente della Lombardia ha espresso il suo "dolore e quello di tutti i lombardi" unendosi in preghiera.