(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Tragedia nelle prime ore della mattinata di oggi, giovedì 13 febbraio, a Toscolano Maderno, paese in provincia di Brescia. Una ragazza di 23 anni è stata trovata morta in casa per cause ancora da accertare. A trovarla esanime, sarebbe stato il marito. Secondo quanto riferito sinora dall'Azienda regionale emergenza urgenza, si tratterebbe di un suicidio. A nulla è servito l'intervento di un'ambulanza, un'automedica e un elisoccorso del 118, avvertito alle 7.59. Usciti in codice rosso, gli operatori sanitari, una volta giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della giovane. Anche i carabinieri di Salò, avvertiti, si sono recati sul luogo e ora dovranno effettuare tutti i rilievi del caso per accertare le cause di quanto accaduto. La donna era madre di un bambino di tre anni.

La prima ricostruzione dei fatti e le indagini dei carabinieri

Inizialmente si era parlato del ritrovamento del cadavere della ragazza in strada, in via Giosuè Carducci, a due passi dalle rive del lago di Garda. Solo successivamente sono arrivate conferme circa l'effettivo ritrovamento del corpo della giovane, registratosi nella sua abitazione da parte del marito, che hanno portato a pensare subito all'estremo gesto. Ora toccherà ai militari indagare sulle motivazioni per cui la 23enne si sarebbe tolta la vita. Intanto Toscolano Maderno si è risvegliata sotto choc.

A Brescia un'altra donna morta, colpita da malore mentre aspettava il treno

Ieri sera, mercoledì 12 febbraio, a Brescia, un'altra donna ha perso la vita. Una signora di 52 anni è morta mentre era in attesa del treno a causa di un malore. Come comunicato dall'Azienda regionale emergenza urgenza, il dramma si è consumato poco prima delle 19. Intervenuta, la polizia ferroviaria ha ricostruito gli ultimi movimenti della donna: sedutasi su una panchina per aspettare l'arrivo del convoglio, si sarebbe accasciata priva di sensi. Sarebbero diversi i testimoni che avrebbero assistito alla scena.