Alessio Stigliano e Alessandro Tenace, in arte The Show
in foto: Alessio Stigliano e Alessandro Tenace, in arte The Show

"Nel rispetto di queste persone e soprattutto delle difficoltà che la nostra città e tutto il Paese stanno affrontando, mi aspetterei da loro delle scuse. Quello sì che sarebbe d'esempio per i nostri ragazzi". La vicesindaco di Milano, Anna Scavuzzo, ha avuto parole di condanna per il comportamento di Alessio Stigliano e Alessandro Tenace, youtuber noti come The Show, finiti dei guai e denunciati dalla polizia per uno scherzo di dubbio gusto in cui si fingevano assistenti civici del Comune di Milano, con tanto di badge e pettorina, e rimproveravano i clienti di un negozio perché non mantenevano la distanza.

Milano, The Show denunciati per essersi finti assistenti civici anti coronavirus

Nel corso della ‘gag', nella zona di corso Lodi, gli youtuber hanno anche lanciato petardi e fatto una finta “multa” all’esercente, che si è infuriato e ha chiamato la polizia. Il giorno successivo gli agenti hanno fermato la coppia di 29enne in piazza Medaglie d'Oro, ancora travestiti da assistenti, e l'ha accompagnata in commissariato.

La vicesindaco: Logo del Comune per fare stupidi scherzi, è inaccettabile

"È già grave – ha commentato la vicesindaco – che ci si serva del nome dell'amministrazione senza averne alcun titolo. Ma che, in questo particolare momento, si usi il logo del Comune per avvicinare i cittadini e fare stupidi scherzi da postare in rete è inaccettabile. Parliamo di due giovani che potrebbero trasmettere ai propri followers messaggi di ben altro valore e invece – come spesso accade purtroppo – preferiscono insulse bravate. Il Comune di Milano ha messo in campo uno sforzo enorme per far fronte a questa emergenza, con donne e uomini impegnati in prima linea ogni giorno.