Una donna ha subito un tentativo di violenza sessuale in un distributore di benzina a Busto Arsizio, in provincia di Varese. L'episodio, riportato dal quotidiano "Il Giorno", risale agli scorsi giorni ma è stato reso noto solo in seguito. Sulla vicenda permane al momento il massimo riserbo: la polizia di Stato sta indagando dopo la denuncia della donna per cercare di individuare e assicurare alla giustizia il responsabile, descritto come un uomo di corporatura robusta. La tentata violenza è avvenuta attorno alle 22 in un distributore di benzina in viale Boccaccio, in zona Borsano. La donna si era fermata per fare benzina ed è stata avvicinata dall'uomo che a quanto pare indossava un passamontagna. Nel distributore non c'era nessuno: l'aggressore ha costretto la donna a salire sull'auto e ha provato a stuprarla. Per fortuna la donna ha trovato il coraggio di reagire: ha iniziato a urlare e la sua reazione è bastata per indurre l'aggressore a fuggire. Tra l'aggressore e la vittima, secondo quanto raccontato dalla donna alla polizia, ci sarebbe anche stata una colluttazione.

La polizia è sulle tracce dell'aggressore

La scena è durata diversi minuti. La donna, spaventata ma per fortuna senza gravi conseguenze a livello fisico, ha denunciato l'accaduto alla polizia che adesso sta cercando di individuare l'aggressore anche sulla base della descrizione fornita dalla vittima. Utili alle indagini potrebbero rivelarsi le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza del distributore e del quartiere in cui è avvenuta la tentata violenza: dai filmati gli investigatori potrebbero riuscire a ricostruire gli spostamenti dell'uomo.