La visita dei "supereroi" tra le corsie dei reparti pediatrici del San Gerardo di Monza (Foto: Associazione Amici dell’infanzia)
in foto: La visita dei "supereroi" tra le corsie dei reparti pediatrici del San Gerardo di Monza (Foto: Associazione Amici dell’infanzia)

Supereroi in corsia nei reparti di Pediatria e Onco ematologia pediatrica dell'ospedale San Gerardo di Monza. Lo scorso lunedì 11 novembre alcuni volontari dell'associazione "Amici dell'infanzia" di Cislago (Varese) si sono travestiti dai personaggi dei fumetti più noti e sono andati a trovare i piccoli pazienti ricoverati nell'ospedale per portare loro un po' di allegria e consegnare i giochi donati o acquistati grazie alla generosità di chi ha sostenuto il progetto "Super Eroi in Corsia". "Sapevamo perfettamente che non sarebbe stato facile, ma ancora una volta abbiamo respirato la vita, e tutto il suo senso, che troppo spesso ci sfugge", ha spiegato in una nota l'associazione, presieduta da Romina Codignoni,

Dopo una prima visita avvenuta qualche mese fa, i volontari della onlus, mantenendo fede a una promessa fatta ai bimbi, sono tornati a trovarli. Indossati i panni dei supereroi più amati hanno dispensato sorrisi e abbracci ai veri supereroi, cioè i piccoli pazienti ricoverati: "Mentre col fiato corto per le emozioni, cercavamo di sprigionare allegria, divertimento, spensieratezza e tutto l’amore che potevamo, loro, i veri supereroi, ci hanno regalato ancora una volta emozioni indescrivibili – hanno spiegato i volontari in una nota -. Negli occhi riconoscenti dei genitori, c’era la forza, l’immenso coraggio, e la speranza, frutto della gioia riflessa dei loro bambini". Uno dei piccoli pazienti incontrati nel centro Maria Letizia Verga ha particolarmente colpito i volontari: "Sono qui per dei controlli, ma io sono guarito – ha detto loro -. Mi piacerebbe molto fare il volontario come voi e regalare sorrisi e speranze ai bambini".

Donati tre macchinari acquistati grazie alle donazioni

La visita dei volontari dell'associazione non è servita solo ad allietare i bimbi, ma anche ad aiutare concretamente chi, come medici, infermieri e altri volontari, si occupa ogni giorno delle loro cure e della loro assistenza. I volontari hanno infatti anche consegnato tre macchinari acquistati grazie a una donazione dei volontari del gruppo Amici per l'infanzia dall'associazione "Quelli che… con Luca onlus", dedicata alla memoria del piccolo Luca Ciccioni, morto per una grave forma di leucemia mieloide acuta.