Ha ucciso la sorella probabilmente soffocandola, poi è andato dalla polizia e ha raccontato tutto. Ancora un fratricidio a Sondrio dove questa mattina Giulio, un uomo di 73 anni, originario del luogo, ha posto fine alla vita della sorella di 87 anni, Andreina, nella loro casa di via Torelli, quartiere Sud Ovest della città. Secondo quanto raccontato dall'uomo alle forze dell'ordine giunte immediatamente sul luogo dell'omicidio, l'anziana donna aveva dei gravi problemi di salute causati forse da un recente ictus che l'aveva colpita. Gli inquirenti che ora indagano sull'omicidio, dovranno ricostruire quanto accaduto e capire se sia stato questo il movente che ha spinto il 73enne a soffocare la sorella: "Non volevo più vederla soffrire", sarebbero state le poche parole pronunciate dall'uomo.

A gennaio a Sondrio un omicidio simile: una donna confessò l'omicidio dell'anziano fratello

Secondo i racconti di alcuni vicini, negli ultimi giorni l'uomo aveva raccontato nel quartiere di essere alla ricerca di una badante che potesse prendersi cura della sorella. Poi stamattina il triste epilogo e l'omicidio della donna. Sul posto ci sono ancora gli agenti della Polizia di Stato con il magistrato di turno per completare gli accertamenti. L'omicida è stato condotto, in stato di fermo, negli uffici della Mobile. Un omicidio che ricorda quello avvenuto lo scorso gennaio quando la 70enne Anna Forni uccise il fratello 80enne soffocandolo per mettere fine alle sue sofferenze e poi si recò dalle forze dell'ordine confessando l'omicidio: "L'ho ucciso perchè soffriva troppo".