Continuano senza sosta da ieri, martedì 25 giugno, le ricerche dell'uomo disperso nella acque del fiume Adda. Ad allertare le forze dell'ordine è stato un passante che ha riferito di aver visto una persona cadere in acqua nei pressi della passerella pedonale nel comune di Albosaggia, in provincia di Sondrio. I vigili del fuoco sono intervenuti immediatamente sul posto dando così il via alle ricerche insieme con il nucleo sommozzatori  del comando dei Vigili del Fuoco di Milano. I pompieri hanno allertato anche le forze dell'ordine che hanno invece iniziato le indagini per accertare la versione riportata dal passente e cercare di dare un nome all'uomo disperso: secondo una prima ipotesi si tratterebbe di un 73enne residente nella zona ma non è ancora chiaro se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario.

La persona dispersa potrebbe essere l'uomo che ha ucciso la sorella lo scorso aprile

L'anziano infatti sarebbe Giulio Paganoni, l'autore dell'omicidio della sorella avvenuto a Sondrio lo scorso aprile: l'uomo confessò alle forze dell'ordine di aver ucciso l'anziana sorella Andreina malata da tempo per non gravare sulle spalle di un terzo fratello. In quell'occasione a salvarla da un tentativo di suicidio fu un poliziotto. L'uomo, che da allora era gli arresti domiciliari, risulta scomparso proprio da ieri mattina e la nipote ha raccontato di aver trovato un biglietto d'addio. Ora resta da chiarire se possa trattarsi della stessa persona. Intanto il personale del soccorso alpino e fluviale dei vigili del fuoco si è concentrato questa mattina prima nella zona nella quale è stato visto cadere e poi nei pressi della passerella di Albosaggia: alle ricerche, che sono state sospese per alcune ore nel pomeriggio di ieri a causa dell'acqua torbida dovuta allo scioglimento dei ghiacciai, si sono aggiunti anche i militari della Guardia di Finanza con l’ausilio di un elicottero.