Paura, lo scorso venerdì, tra le corsie dell'ospedale Gaetano Pini di Milano: una decina, tra medici e infermieri in servizio nel nosocomio, sono infatti rimasti intossicati. In mattinata, al secondo e terzo piano dell'ospedale, nell'area dove si trovano le sale operatorie, ha cominciato a diffondersi un odore pungente: alcuni medici e infermieri sono addirittura svenuti, mentre altri hanno lanciato l'allarme e avvertito la direzione. Tutti quelli che erano presenti al momento dell'incidente sono stati ricoverati e medicati nel nosocomio stesso: nessuno ha comunque riportato gravi conseguenze e tutti sono stati dimessi poco dopo.

Secondo la direzione del Gaetano Pini, l'incidente sarebbe stato causato dai lavori in corso sul tetto dell'ospedale: dl solvente utilizzato dagli operai sarebbe finito nel sistema di aerazione, diffondendosi poi all'interno del nosocomio, come conferma il direttore generale Francesco Laurelli: "Forse del solvente è stato intercettato dal sistema di aerazione e ha raggiunto i corridoi del terzo e quarto piano. Dopo la segnalazione abbiamo chiuso gli spazi e controllato la pulizia dei bocchettoni d'aria".