Sono riprese stamane intorno alle 7:30, nella zona del parco palustre di Lungavilla (Pavia), le ricerche di Lara Argento, la 38enne trans scomparsa lo scorso 21 dicembre, la Procura sta approfondendo la posizione del compagno, R. C., incensurato, al momento indagato per sequestro di persona. Sono gli ultimi aggiornamenti del caso della giovane escort brasiliana, nella cui casa sono state trovate tracce di sangue, che verranno presto esaminate.

Indagato per atto dovuto il compagno

La scomparsa risale a poco più di due mesi fa, la sera del 21 dicembre quando, secondo il racconto del compagno che ne ha denunciato la scomparsa, Lara sarebbe uscita di casa dopo aver ricevuto una telefonata, dicendo che sarebbe andata a prendere le sigarette. Da quel momento se ne sono perse le tracce. Nel mirino di chi indaga c'è l'attività di escort che conduceva e che potrebbe averla messa in situazioni di pericolo. Un'attività di cui R. C., pizzaiolo di Pavia, il compagno, ha ammesso agli inquirenti di essere stato sempre al corrente, affermando che tra loro non rappresentava un problema.  Neanche la sera della scomparsa, secondo la sua versione, con Lara ci sarebbero stati problemi o screzi. Lara, secondo R. C, non avrebbe avuto, apparentemente, ragione per allontanarsi volontariamente da casa, eccetto quella telefonata.

Il cellulare nei boschi

Il cellulare della 38enne ha dato gli ultimi segnale di attività nei boschi di Canarazzo dove i carabinieri hanno ritrovato nei giorni scorsi due giubbotti  arrotolati accanto alla riva del fiume. Gli indumenti, che apparentemente non sembrano appartenere a Lara, verranno esaminati in questi giorni insieme alle tracce di sangue ritrovate dai RIS nell'appartamento della coppia. L'unico indagato, come atto dovuto, al momento, resta compagno di Lara, tuttavia non si esclude che le indagini possano prendere una direzione diversa. Si scandaglia l'elenco dei clienti di Lara, uno dei quali potrebbe essere stato l'autore della misteriosa telefonata ricevuta dalla 38enne prima di far perdere le proprie tracce.

Si cercano tracce della donna

Ad effettuare le ricerche, riprese stamattina alle 7,30, sono i carabinieri di Pavia insieme ai vigili del fuoco, coadiuvati dalla Croce Rossa, dalla Protezione civile e della Polizia locale di Lungavilla (Pavia). Nei giorni scorsi gli investigatori avevano passando al setaccio anche i campi in riva al fiume e il tratto del Ticino nei pressi dell'area del Canarazzo, alle porte di Pavia.