Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Aveva fretta di nascere il piccolo J.M. che la scorsa notte è venuto alla luce intorno alle 3.20 a bordo di un'ambulanza. La madre infatti non è riuscita a raggiungere l'ospedale prima del parto avvenuto a bordo del mezzo di soccorso insieme ai volontari del 118 e un infermiere. È accaduto nel Pavese, nel piccolo comune di Sannazzaro Dè Burgondi: la donna, una 37enne residente nel posto, ha iniziato ad accusare le prime doglie nel cuore della notte e ha così chiamato il 118. Quando però i volontari della Croce D'oro di Sannazzaro sono giunti sul posto hanno capito che la donna avrebbe partorito da un momento all'altro, la corsa in ospedale però non è servita perché la giovane mamma ha partorito proprio a bordo dell'ambulanza: ad assisterla anche un infermiere giunto con un'auto medica da Mede. Il piccolo J.M. è venuto alla luce intorno alle 3.20: sia lui che la madre sono in ottime condizioni e sono stati trasportati all'ospedale San Matteo.

A Milano neo mamma partorisce in auto mentre va in ospedale

Solo lo scorso dicembre a Milano una donna di 36 anni si è resa protagonista di una vicenda simile, quando il piccolo Filippo ha deciso di venire alla luce prima dell'arrivo in ospedale. In quel caso però la neo mamma ha partorito in auto, guidata via telefono da un infermiere. La donna era in macchina con il marito intenta a raggiungere la clinica dove avrebbe dovuto dare alla luce il figlio quando, durante il tragitto, le contrazioni sono diventate sempre più forti tanto da costringere i coniugi a chiamare il 118 per avere indicazioni operative specifiche su come affrontare la situazione: l'uomo ha così fermato l'auto e insieme con la moglie ha seguito le indicazioni fornite da un infermiere al telefono in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Il piccolo Filippo è venuto alla luce poco dopo prima dell'arrivo dei medici, anche in quel caso tutto è adnato per il meglio.