Ha partorito in auto, guidata via telefono da un infermiere. È quanto successo a una donna di 36 anni nella mattinata di martedì 3 dicembre a Milano, attorno alle 8.37, mentre si trovava in auto in compagnia del marito nel tentativo di raggiungere la clinica Macedonio Melloni. Durante il tragitto i coniugi si mettono in contatto con la centrale dell'Azienda regionale emergenza urgenza, per avere indicazioni operative specifiche su come affrontare la situazione. Quando le contrazioni diventano più frequenti l'operatore Soreu invita l'uomo alla guida ad arrestare la macchina per aspettare l'arrivo dei soccorsi. La donna viene successivamente messa in contatto telefonico diretto con un infermiere, che la assiste a distanza aiutandola a partorire. La donna riesce a far nascere il bambino, Filippo, senza l'ausilio di nessun medico, prima dell'arrivo dei soccorsi e lontana dalla sala operatoria. Il bimbo appena nato viene poi preso in cura dal personale sanitario intervenuto sul posto qualche minuti più tardi.

Il trasporto in pronto soccorso

Come riportato dalla nota diffusa dall'Azienda regionale emergenza urgenza, mamma e figlio sono stati poi accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale Macedonio Melloni, per i relativi accertamenti sullo stato di salute della puerpera e del neonato. Sul luogo del parto, oltre a un'ambulanza e un'automedica, è intervenuta anche una volante della polizia locale di Milano, che ha scortato fino al pronto soccorso i mezzi di servizio di Areu, così da consentire un trasporto in sicurezza verso il nosocomio milanese. La mamma e il suo piccolo Filippo stanno entrambi bene.