Cambiano i tempi, si evolvono i costumi, ma un fiore resta sempre la migliore maniera per esprimere i propri sentimenti alle persone che si ama. L'appuntamento di San Valentino, seppure ormai estremamente "mercificato", rimane comunque una delle tante occasioni per manifestare il proprio amore inviando un mazzo di fiori. A Milano, a partire proprio da domani martedì 14 febbraio, lo si potrà fare anche tramite app. Nasce infatti la start up "Bloovery", una nuova soluzione di "flower delivery" utilizzabile tramite il proprio smartphone.

Il servizio, ideato dai milanesi Simone Guzzetti e Michele Dondi, sarà attivo all'inizio a Milano e nella Città metropolitana e successivamente verrà esteso a tutta Italia. L'idea alla base della start up è coniugare la tradizione con le nuove tecnologie: "Cerchiamo di utilizzare le nuove tecnologie per coinvolgere nuovi segmenti di clientela, come i ‘Millennials', e mostrare loro come un gesto antico e tradizionale possa tornare di moda ed essere davvero cool", ha spiegato Guzzetti.

Il funzionamento della app si preannuncia intuitivo: basterà dire il motivo dell’invio e una sorta di tutorial presente nell'applicazione aiuterà i clienti a scegliere il fiore più adatto per ogni occasione. L'obiettivo è aiutare soprattutto chi si trova in difficoltà davanti a cataloghi di composizioni floreali senza fine. Perché è vero che spesso ci si sente ripetere: "Dillo con un fiore", ma non sempre è così facile. Da domani si spera possa diventarlo un po' di più.