(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Un cane è morto dopo aver mangiato un boccone avvelenato che qualcuno ha gettato nel giardino di una casa privata. Per chi ama gli animali e non solo si tratta di una vicenda molto grave: è avvenuta a San Paolo, un piccolo paese di circa quattromila abitanti in provincia di Brescia, ma sarebbe solo l'ultimo di una serie di vicende analoghe che si verificano nel Bresciano, secondo quanto riporta la testata locale "Bresciatoday". A perdere la vita, a quanto pare tra atroci sofferenze per il veleno ingerito, è stato un piccolo cocker. Quando i padroni si sono resi conto di quanto accaduto purtroppo era ormai troppo tardi: il loro cane è morto lasciandoli nello sconforto.

Bocconi ed esche avvelenate: tanti i casi nel Bresciano

Difficile comprendere le motivazioni di chi ha avvelenato il cane: si tratta di una persona che ha gettato il boccone avvelenato, una polpetta, dalla strada all'interno del giardino privato dei proprietari dell'animale. Episodi simili si verificano purtroppo anche in zone pubbliche come giardini e parchi e nel Bresciano stanno diventando un'emergenza: a marzo due cani sono morti a Visano dopo aver ingerito delle esche dal contenuto sospetto, mentre nelle campagne di Quinzano d'Oglio a perdere la vita sono stati decine di animali, tra cui un pastore tedesco, dei gatti e anche alcune volpi. In questo caso a lanciare l'allarme, pubblicando anche su Facebook una foto delle esche avvelenate, è stato il sindaco del paese Andrea Solegaroli.