"Voglio vederci chiaro. Perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?", si conclude così il commento del ministro dell'Interno Matteo Salvini su quanto accaduto questa mattina in provincia di Milano dove un autista ha dato fuoco a un autobus di studenti delle scuole medie. Ousseynou Sy, 47enne di origine senegalese, avrebbe dirottato il mezzo con l'intenzione di dirigersi verso l'aeroporto di Linate: un'azione mirata a non si sa ancora bene quale obiettivo ma che è stata stroncata dall'intervento coraggioso di uno dei ragazzini a bordo del bus che avrebbe chiamato i propri genitori avvertendoli di quanto stava accadendo. Da qui l'intervento delle Forze dell'Ordine che hanno speronato il mezzo e poi tratto in salvo gli studenti, ma non hanno potuto evitare che l'uomo, mentre percorreva la Paullese, strada provinciale nei pressi di San Donato Milanese, desse fuoco al bus.

L'autista avrebbe precedenti per guida in stato di ebrezza e violenza sessuale

Una vicenda intricata sulla quale stanno indagando i carabinieri che in questo momento stanno perquisendo la casa Ousseynou Sy, cittadino italiano dal 2004 e da 15 anni dipendente della società Autoguidovie di Crema: stando a quanto si apprende il 47enne avrebbe dei precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale. "Un senegalese con cittadinanza italiana al volante di uno scuolabus, con precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale, ha dirottato il mezzo e infine gli ha dato fuoco – ha scritto il vicepremier su Facebook – l’uomo è stato arrestato. In questo momento le Forze dell’Ordine stanno perquisendo la sua abitazione. Voglio vederci chiaro: perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?".