Ha cominciato e continuato a colpire la sua ex compagna nonostante questa stringesse tra le mani il suo figlioletto. Un uomo di 31 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di maltrattamenti in famiglia: è accaduto a Rozzano, nella provincia di Milano. L'uomo si è presentato a casa della sua ex, una sua coetanea e, come aveva già fatto in passato, durante la loro relazione, ha cominciato a picchiarla, colpendola con calci e pugni nonostante la donna stringesse a sé il figlio piccolo. Le urla della donna hanno richiamato l'attenzione di alcuni vicini di casa che, spaventati, hanno allertato le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Corsico: quando i militari dell'Arma hanno fatto irruzione nell'appartamento, il 31enne stava ancora percuotendo l'ex compagna. Dopo l'arresto e le formalità di rito, per l'uomo si sono aperte le porte del carcere milanese di San Vittore. La donna, invece, soccorsa dal 118, è stata portata alla clinica Humanitas: per lei contusioni multiple giudicate guaribili in 10 giorni.