Il tribunale di Brescia (Immagine di repertorio)
in foto: Il tribunale di Brescia (Immagine di repertorio)

Rocambolesca evasione a Brescia. Un uomo, che si trovava in tribunale in attesa dell'udienza di convalida del suo arresto, è riuscito a scappare eludendo la sorveglianza degli agenti che dovevano vigilare su di lui. L'episodio è accaduto questa mattina al palazzo di giustizia di via Lattanzio Gambara a Brescia. Stando a quanto trapela finora sulla vicenda l'uomo, un cittadino romeno di 31 anni condannato in patria a sette anni per rissa, si trovava all'esterno del tribunale e stava fumando una sigaretta: a un certo punto ha iniziato a correre e ha scavalcato il muro di cinta del palagiustizia servendosi del cofano e del tettuccio di un'auto come "scala". Quindi si è ritrovato per strada, dalla parte dei binari e ha continuato la sua fuga indirizzandosi verso la stazione ferroviaria. Stando a quanto emerso finora l'uomo sarebbe riuscito a far perdere le proprie tracce ed è adesso ricercato: in tribunale un giudice avrebbe dovuto convalidare l'arresto del 31enne che era stato fermato proprio a Brescia negli scorsi giorni. La condanna che pende nei suoi confronti, emessa da un tribunale romeno, è per rissa. Adesso, dopo la rocambolesca evasione che non mancherà di suscitare polemiche, la posizione del 31enne è destinata ad aggravarsi ulteriormente.