"Onore a chi ha vinto, in democrazia chi vince ha ragione, poche chiacchiere… Sono convinto che Beppe Sala non sarà un buon sindaco, ma ha vinto. Quindi adesso sotto a lavorare. Perché a Milano che 500mila non vadano alle urne è sconfitta di tutti, anche nostra". Lo dice il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, all'indomani della vittoria di Sala al ballottaggio su Stefano Parisi, il candidato del centrodestra sostenuto anche dal Carroccio. Il leader leghista, che entra in Consiglio comunale con più di 8mila preferenze, annuncia: "Adesso faremo una sana e robusta e onesta opposizione a Milano".

"Perché dovrei fare una conferenza stampa a Milano? Oggi quasi quasi la faccio a Cascina, nella rossa Toscana, dove abbiamo vinto con una squadra di ragazzi. Perché è il segno che dove c'è la Lega che lavora bene si vince, dove il centrodestra non si divide o litiga si vince. E per i 5 stelle non c'è spazio. L'unica alternativa Renzi siamo noi", l'analisi politica all'indomani del voto di Matteo Salvini ai microfoni di Radio Padania.