(Il rendering del centro commerciale Merlata Mall)
in foto: (Il rendering del centro commerciale Merlata Mall)

C'è un nuovo proprietario per il centro commerciale Merlata Mall, che dovrebbe sorgere entro un paio di anni nel nuovo quartiere di Cascina Merlata, alla periferia di Milano. Ieri, infatti, le società Euromilano da una parte e Ceetrus, ImmobiliarEuropea e Sal Service dall'altra hanno siglato un accordo per la cessione di Merlata Mall Spa, la società titolare dell'area dove sorgerà il nuovo shopping center. A darne notizia sul proprio sito è stata la stessa Euromilano, una delle società che sta curando la riqualificazione della zona della città che si trova tra via Gallarate a sud e l'ex area Expo, oggi Mind, a nord.

Il centro commerciale doveva vedere la luce nel 2019

Il centro commerciale è molto atteso dagli abitanti del quartiere che al momento sentono la mancanza soprattutto di negozi di vicinato e servizi. I primi investitori, la società Falcon Malls del gruppo Fawaz Abdulaziz Al Hokair, si erano tirati indietro: e così la realizzazione del centro commerciale, prevista in un primo momento nel 2019, è slittata. Euromilano aveva più volte rassicurato gli abitanti della zona spiegando che i soggetti desiderosi di investire nel progetto non mancavano: ieri sono arrivati i dettagli relativi alla nuova cordata che costruirà il mall, oltre a indicazioni sui tempi e su alcune caratteristiche del centro commerciale. Si tratterà, ha spiegato Euromilano, del "più grande mall mai realizzato entro i confini del Comune di Milano". L'investimento complessivo è di circa 330 milioni di euro: lo shopping center occuperà complessivamente 100mila metri quadrati, di cui circa 70mila di superficie affittabile. Oltre 160 saranno i negozi e le attività commerciali presenti all'interno, incluso un cinema multisala. A regime si prevede che il centro commerciale impiegherà più di mille addetti, con un'importante ricaduta in termini occupazionali.

A Cascina Merlata è in corso un intenso sviluppo residenziale

I residenti della zona dovranno aspettare fino alla fine del 2021 per vedere ultimati i lavori, che comunque per quanto riguarda la fase preliminare erano già iniziati nei mesi scorsi. La speranza è che non vi siano altri intoppi: il centro commerciale è un tassello importante dello sviluppo dell'area che gravita attorno alla Cascina Merlata, riqualificata per l'Expo, e che vive una fase di intenso sviluppo residenziale. Nella zona sono già costruiti e abitati i sette grattacieli del Social village (ex villaggio che ha ospitato i delegati dell'Expo e che prevede un modello misto di housing sociale, con appartamenti in affitto, di proprietà e in affitto con riscatto), a cui si aggiungeranno altri quattro edifici in fase di costruzione. Al centro del grande parco pubblico di 30 ettari che è il nucleo verde del quartiere sorge inoltre il progetto residenziale Uptown, molto pubblicizzato in giro per la città. Due gli edifici già realizzati (gli appartamenti sono in fase di consegna), ma il progetto si espanderà presto con altri grattacieli. Nella zona, che si caratterizza per la sostenibilità ambientale (teleriscaldamento, geotermia, pannelli solari), sono già abitati inoltre altri palazzi: quelli di Città contemporanea e di Abitare Cascina Merlata, anche questi progetti in ulteriore fase di espansione.

Si va verso un quartiere da 12mila abitanti, con 100mila presenze giornaliere

Alla fine si prevede che saranno circa 12mila gli abitanti del quartiere: un numero molto elevato che giustifica ancora di più la necessità di maggiori servizi per i residenti, anche per rendere più appetibile la scelta di andare a vivere in una zona della città periferica ma molto dinamica (soprattutto per i progetti legati all'area Mind, con la costruzione del nuovo ospedale Galeazzi e lo spostamento delle facoltà scientifiche dell'Università Statale di Milano). Secondo Euromilano, una volta che l'intero progetto legato a Cascina Merlata sarà completato, attorno all'area graviteranno quotidianamente per motivi diversi circa 100mila persone.