Alessandro Borghese (foto dal suo sito internet)
in foto: Alessandro Borghese (foto dal suo sito internet)

Si chiama "Il lusso della semplicità" il ristorante aperto a Milano dallo chef Alessandro Borghese nel 2017. Il locale, che si trova in viale Belisario 3, rispecchia il carattere del suo titolare: vivacità, trasparenza, schiettezza ma al tempo stesso ricerca di una cucina raffinata. L'elemento principale del ristorante è naturalmente la grande cucina a vista, separata dalla sala da una vetrata fumè: la grande sala interna "Art decò" si affaccia sul viale Belisario, trafficata arteria stradale in zona Citylife a Milano, attraverso grandi vetrate. Quanto costa concedersi una cena da Alessandro Borghese?

Quanto costa mangiare al ristorante di chef Borghese a Milano

Il menù "à la carte" del ristorante "Il lusso della semplicità" si compone di poche e selezionate pietanze, suddivise in antipasti (starters), primi piatti, secondi piatti e dolci. Una premessa è d'obbligo: il menù è spesso soggetto a variazioni. In quello che abbiamo consultato la pietanza più costosa è lo spaghettone all'uovo all'aragosta, proposta a 40 euro. Tra i secondi spicca la faraona con tartufo: servono 38 euro per assaporare questo piatto. In generale gli antipasti sono compresi tra 26 e 38 euro, i primi variano dai 19 ai 40 euro e i secondi dai 26 ai 38 euro. Per un dessert, infine, si può spendere tra i 14 e i 26 euro. Per una cena composta da antipasto, primo, secondo e dessert si possono arrivare quindi a spendere (scegliendo sempre i piatti meno costosi) 85 euro a persona, escluso poi il servizio e le bevande. Il costo lievita decisamente se si vira verso le pietanze più prelibate proposte dallo chef Borghese: in questo caso una cena può costare 142 euro (sempre escluso servizio e bevande). Oltre al menù alla carta nel ristorante di Alessandro Borghese si può optare anche per diversi menù degustazione: tre le tipologie disponibili, che variano a seconda del numero delle portate servite. La composizione del menù viene decisa giorno per giorno ed è dunque soggetta a variazioni: il costo del menù degustazione è di 85 euro a persona per quello da cinque portate, 95 euro per il menù da sette portate e 110 euro per quello da nove portate. Servizio e bevande sono escluse.

Il menù completo del ristorante di Alessandro Borghese

Sul sito del ristorante "Il lusso della semplicità di Alessandro Borghese sono disponibili i menù per pranzi, cene e business lunch. Come abbiamo già sottolineato, spesso le pietanze cambiano a seconda della stagione e della volontà dello chef. Le portate elencate di seguito si riferiscono al menù per la cena consultato il 18 luglio 2019:

Antipasti

  • Questo non è un cannolo – Cannolo di patate ripieno di battuto di cernia bianca del mediterraneo, mayonese al wasaby, lamponi, pisellini freschi e gel di cipolla arrostita: 28 euro
  • Millefoglie di verdure e frutta di stagione spadellate con olio aromatico, chips vegetali, guacamole, gel al limone e salsa allo yogurt asiatico: 26 euro
  • "I marinati del mare" – Seppia marinata sale ed alga wakame, gambero rosso di Mazara del Vallo nebulizzato liquore alla ciliegia con gel di limone, tartare di Bluefin Tuna con salsa alla senape e chutney al mango: 38 euro
  • "I Crudi": 35 euro
  • Palla di pelle di pollo – Coscia di galletto farcita con foie-gras agli agrumi, passito e lardo di Colonnata, gel di mela, sedano croccante e patata farcita: 30 euro

Primi piatti

  • Cacio e pepe spaghetto alla chitarra "Pasta Armando": 19 euro
  • Lasagnetta "Pasta Fresca – il lusso della semplicità" con ragù di coniglio e carote, e pere Coscia acidulate al timo: 31 euro
  • Spaghettone all’uovo "Pasta Fresca – il lusso della semplicità" all’aragosta: 40 euro
  • Pesto in fondo al Mare – Bottoncini ripieni di pesto liquido, fumetto montato di vongole veraci, gel di pomodoro, agretti olio e sale ad aria di limone: 28 euro

Secondi piatti

  • Coniglio porchettato con topinambur al sale e salsa del suo fondo: 33 euro
  • Insalata Primavera: 26 euro
  • Ricciola alla brace, fagioli bianchi di Sorana, carciofo all’arancia e glassa del suo fondo: 31 euro
  • Rollé di branzino all’amo e gamberi rossi di Mazara del Vallo avvolti da bietole, salsa olandese, pomodoro del Piennolo arrosto e Caviale Prestige Calvisius: 37 euro
  • Faraona con patata e ricotta di capra, tartufo estivo e talli di zucchina: 38 euro

Dessert

  • Tiramisù: 14 euro
  • Passione alla mandorla – Panna cotta al latte di mandorla, gel di passion fruit e mirtilli freschi: 16 euro
  • Fata Morgana – Granita d’anguria con salsa Tzatziki, pomodori confit, spuma di mandorla e cialda al cioccolato: 16 euro
  • Tatin di sfoglia al burro, pere Williams, caramello, crema inglese e gelato all’arachide salata: 26 euro
  • Saint Borghé – Saint Honoré con caramello salato, sfoglia, semifreddo alla panna e bignè con glassa di cioccolato ripieno di crema pasticcera: 18 euro
  • Maracaibo – Mousse di ananas, il suo gel e carpaccio marinato a freddo con gelatina al rum e lime, accompagnato da pan brioche al finocchio: 16 euro
  • Peach on the beach – Finta pavlova con macaron alle mandorle, brunoise di pesche al prosecco con il suo gelato, chantilly alla vaniglia e mayonese di pesca su vellutata ai mirtilli: 16 euro

Chi è Alessandro Borghese

Lo chef Alessandro Borghese è nato il 19 novembre 1976 a San Francisco. I suoi genitori sono il produttore cinematografico Luigi Borghese e l'attrice di origini tedesche Barbara Bouchet. Alessandro Borghese ha inizialmente lavorato come chef sulle navi da crociera, affinando poi la sua cucina in ristoranti di Londra, San Francisco, Parigi, Milano e Roma. Il successo è arrivato soprattutto grazie al suo volto telegenico: il debutto sul piccolo schermo risale al 2005 con il programma "Cortesie per gli ospiti" (andato in onda su Real Time fino al 2012), ma il suo programma di maggior successo è senza dubbio "Quattro ristoranti", sfida tra ristoratori di una stessa città o zona geografica che va in onda su Sky uno dal 2015, con repliche anche su Cielo e Tv8.