Il governatore Fontana all’ospedale Fiera Milano
in foto: Il governatore Fontana all’ospedale Fiera Milano

Il nuovo ospedale per pazienti Covid-19 allestito alla Fiera Milano city, al Portello, è ormai pronto. Ieri l'arcivescovo di Milano Mario Delpini ha benedetto gli spazi alla presenza delle maestranze che lo hanno realizzato, del governatore Attilio Fontana e del sindaco Beppe Sala, che successivamente ha ringraziato Regione Lombardia e la Fondazione Fiera per gli sforzi fatti. Oggi invece si terrà una conferenza stampa per inaugurare la struttura, che dovrebbe iniziare ad accogliere i primi pazienti a partire dal prossimo lunedì 6 aprile, come ha annunciato questa mattina l'assessore regionale al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera: "L'ospedale è pronto e lunedì dovrebbero aprire tra i 12 e i 24 posti", ha detto Gallera intervenendo alla trasmissione tv Mattino 5.

In totale l'ospedale avrà potenzialmente 350 posti letto

Non è ancora chiaro quanti pazienti ospiterà l'ospedale a pieno regime. Negli annunci iniziali del governatore Fontana e dello stesso Gallera si parlava di un ospedale da 500 posti letto, che sono poi stati ridimensionati a circa 250. Questa mattina però l'assessore Gallera, rispondendo a una domanda sulla capienza, ha affermato che "potenzialmente" l'ospedale potrà avere 350 posti: "Ora vediamo di cosa avremo bisogno. Abbiamo acquistato ventilatori per 350 posti, il tema è quello del reclutamento e formazione del personale". La struttura, costata 10 milioni di euro e per la cui realizzazione la Regione si è affidata alla consulenza dell'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso – che è poi risultato positivo al Coronavirus ma ha continuato a lavorare a distanza al progetto – sarà affidato come gestione al Policlinico di Milano, di cui diventerà un reparto: il coordinamento scientifico sarà affidato al professor Antonio Pesenti, direttore dell'Anestesia e rianimazione del Policlinico di Milano.