Sarà "Attila" di Giuseppe Verdi, diretta da Riccardo Chailly, l'opera che inaugurerà la stagione lirica del Teatro alla Scala. La Prima del celebre teatro milanese si terrà come da tradizione il 7 dicembre, giorno in cui Milano celebra il suo Santo patrono, Sant'Ambrogio. Per l'occasione parteciperà all'evento mondano per eccellenza del capoluogo lombardo anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: sarà la sua prima volta alla Prima nel "tempio della lirica" da quando si è insediato al Quirinale. Mattarella fin dalla sua elezione si è sempre distinto per il suo "low-profile". Le sue assenze alla Prima della Scala hanno però precise ragioni: nel 2015 fu l'apertura del Giubileo a tenerlo lontano dal palco d'onore, mentre nel 2016 fu la crisi di governo dopo il no al Referendum costituzionale a bloccarlo a Roma. L'anno scorso Mattarella si trovava invece all'estero il 7 dicembre e non poté recarsi a Milano. Quest'anno, a meno di imprevisti dell'ultimo minuto, Mattarella parteciperà invece alla Prima. Sarà in buona compagnia: hanno annunciato la propria presenza il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli e il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, entrambi lombardi, e il ministro dell'Economia Giovanni Tria. Dovrebbe essere presente anche la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. Ancora incerta invece la presenza del ministro dell'Interno Matteo Salvini: se dovesse esserci è prevedibile che le misure di sicurezza attorno al teatro, che già normalmente sono molto rigide, saranno ulteriormente rafforzate in vista delle consuete proteste che da anni accompagnano la Prima.

Prima della Scala 2018: esauriti tutti i biglietti

L'Attila di Verdi vedrà la regia di Davide Livermore. Lo spettacolo durerà due ore e 20 minuti incluso l'intervallo. Martedì 4 dicembre alle 18 è in programma l'anteprima riservata agli under 30: introvabili i biglietti, andati esauriti già da tempo. Stesso discorso per la Prima di venerdì 7 dicembre: anche gli ultimi biglietti rimasti (su un palco della zona 1, a un prezzo di tremila euro) sono andati esauriti. Tutti gli appassionati della lirica che non sono riusciti ad accaparrarsi i costosi biglietti potranno comunque seguire l'opera grazie alle tante iniziative in programma per la "Prima diffusa": dall'1 al 9 dicembre il Comune di Milano ed Edison porteranno in tutta la città le note e l'energia dell’opera in oltre 40 luoghi e spazi, con più di 50 eventi gratuiti tra proiezioni, rievocazioni, laboratori, reading e tante altre iniziative. Il programma completo è disponibile sul sito del Comune.