Giacomo Urtis (Facebook)
in foto: Giacomo Urtis (Facebook)

Giacomo Urtis, noto nel mondo dello spettacolo come il re del botox o il chirurgo plastico dei vip, risulta indagato dalla procura di Milano con l'accusa di aver effettuato dei prelievi di sangue ad alcuni suoi pazienti presso una clinica estetica in cui lavora senza le necessarie autorizzazioni. Assieme a lui sono indagati il legale rappresentante della clinica, la Villa Arbe srl che si trova a Milano, e due direttori sanitari della struttura. Urtis è finito nei guai perché, secondo quanto scoperto dai carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni e riportato da Mario Consani sul quotidiano "Il Giorno", non avrebbe le necessarie autorizzazioni per praticare uno speciale trattamento da lui proposto nella clinica. Il dottore infatti propone una speciale tecnica per il trapianto e la ricrescita dei capelli che prevede il prelievo del sangue dai pazienti e la sua centrifugazione, per essere poi iniettato nuovamente all'interno del cuoio capelluto. Ma Urtis non sarebbe autorizzato a trattare il sangue.

Chi è Giacomo Urtis: ha partecipato anche all'Isola dei famosi

Giacomo Urtis ha 43 anni ed è noto al grande pubblico per la partecipazione a programmi tv in qualità di esperto di medicina estetica, nonché per la sua partecipazione alla 12esima edizione de L'Isola dei famosi nel 2017. Sul proprio sito si definisce "stimato chirurgo con studi di medicina e chirurgia plastica a Milano, Roma e Londra" e la sua Dr.Urtis clinic vanta sedi a Milano, Roma e Bergamo. Stando sempre a quanto viene riportato sul proprio sito web, vanta numerosi incarichi in strutture di medicina estetica in Costa Smeralda e a Londra. Lui stesso afferma che in pochi anni è diventato "punto di riferimento dello show business di Milano e di Roma".