(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Picchiava da mesi l'anziana madre, una donna disabile di 88 anni, senza alcun motivo apparente. I carabinieri di Vigevano, in provincia di Pavia, hanno messo fine all'incubo della donna, che viveva assieme al figlio in un appartamento nella zona nord della cittadina pavese. L'uomo, un 59enne senza precedenti penali e disoccupato, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e posto ai domiciliari in un'abitazione diversa da quella della madre. L'anziana è stata invece portata prima al pronto soccorso dell'ospedale di Vigevano per accertamenti e poi trasferita all'ospedale di Mortara, dove sarà assistita nella maniera più idonea.

Il caso è venuto alla luce circa un mese fa grazie a una segnalazione anonima nella quale si denunciavano le tremende condizioni in cui la 88enne, costretta su una sedia a rotelle, viveva. I carabinieri, una volta individuata l'abitazione in cui vivevano madre e figlio, hanno disposto alcuni servizi di osservazione accertando in più riprese le violenze a cui il 59enne sottoponeva l'anziana: percosse, spintoni, schiaffi. Un episodio in particolare ha spinto i militari dell'Arma a intervenire: l'uomo stava dando da mangiare alla madre spingendole il cucchiaio in fondo alla gola, tanto da procurarle conati di vomito che avrebbero potuto farla soffocare. In aggiunta il figlio degenere aveva iniziato a schiaffeggiare la madre e a pingerle con violenza la testa all'indietro: comportamenti che hanno provocato l'immediata reazione dei carabinieri, che sono intervenuti arrestando l'uomo e liberando la donna dal lungo incubo.