Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Paura nel pomeriggio di ieri, mercoledì 21 agosto, a Erba, in provincia di Como. Attorno alle 13 un uomo ha esploso tre colpi di pistola all'interno di un'azienda, la Real Steel che si trova in via Milano. Nessuno per fortuna è rimasto ferito nella sparatoria: sull'episodio, ancora dai contorni poco chiari, indagano adesso i carabinieri della locale compagnia e i colleghi di Como. Stando a quanto ricostruito al momento e riportato dal quotidiano locale "La Provincia di Como", qualche minuto dopo le 13 due persone si sarebbero presentate in azienda, dove in quel momento si trovavano due operai. Tra i quattro, che si conoscerebbero tra di loro, è nata una discussione per motivi ancora da chiarire che è ben presto degenerata. All'improvviso una delle due persone che stavano discutendo con gli operai avrebbe estratto una pistola, un revolver calibro 38, con il quale ha esploso tre colpi: due all'indirizzo degli operai e uno verso un'auto che era parcheggiata nel piazzale dell'azienda. Poi i due visitatori si sono allontanati.

Non si tratta di criminalità organizzata

Sono stati gli stessi operai successivamente a chiamare i carabinieri raccontando loro quanto era accaduto. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un'intimidazione nei confronti dei due lavoratori oppure se le intenzioni dei loro conoscenti fossero diverse. Quello che al momento è certo, stando a indiscrezioni che Fanpage.it ha appreso da ambienti investigativi, è che non si tratta di un episodio riconducibile alla criminalità organizzata: il contesto in cui è avvenuta la vicenda sarebbero dunque screzi tra i protagonisti della vicenda. Le attività d'indagine per individuare l'autore della sparatoria e l'uomo che era con lui vanno avanti.