L’ingresso di Palazzo Litta (dalla pagina Facebook Palazzo Litta Cultura)
in foto: L’ingresso di Palazzo Litta (dalla pagina Facebook Palazzo Litta Cultura)

Il palazzo è storico: costruito nel Seicento in corso Magenta, nel pieno centro di Milano, Palazzo Litta è stato sottoposto negli scorsi anni a un ampio restauro che ne ha permesso la restituzione alla città. E adesso è pronto a ospitare un nuovo polo culturale cittadino nato da una partnership tra pubblico e privato, con un nome semplice e indicativo: Palazzo Litta Cultura. Si tratta di un progetto ideato dal Segretariato regionale del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) per la Lombardia e da MoscaPartners, con il patrocinio del Comune di Milano. L'obiettivo è ospitare una serie di eventi all'insegna della  multidisciplinarietà, tra design, fotografia, cinema, musica, poesia, teatro e danza.

Dal 4 ottobre la mostra sul Giappone "The Yokohama project"

A inaugurare il nuovo spazio sarà la mostra "The Yokohama Project 1867-2017", che si apre mercoledì 4 ottobre. Si tratta di un'immaginaria conversazione sull’estremo Oriente tra gli artisti Giada Ripa, Felice Beato e Mathilde Ruinart e con le note della compositrice e percussionista Midori Takada, che si esibirà il 3 ottobre. Tra gli altri appuntamenti della rassegna, si segnalano il 13 ottobre il concerto di Damo Suzuki e la proiezione di "Neverending", un documentario sull’artista. Il 28 e 29 ottobre la mostra si chiuderà con la rassegna "Cinematographic Journey. Visioni Giapponesi". La mostra "The Yokohama Project 1867-2017" sarà visitabile presso Palazzo Litta Cultura (corso Magenta 24, Milano) dal 4 al 29 ottobre, dal lunedì alla domenica dalle 12 alle 19. L'ingresso è libero.