L’aeroporto di Orio sotto la neve (Immagine di repertorio)
in foto: L’aeroporto di Orio sotto la neve (Immagine di repertorio)

La neve caduta su diverse zone della Lombardia ha comportato qualche disagio all'aeroporto di Orio al Serio, vicino a Bergamo. Nello scalo, hub principale in Italia di diverse compagnie low cost come Ryanair, si sono verificati soprattutto nella prima parte della mattinata diversi ritardi dovuti sia alle necessarie operazioni di de-icing (la rimozione del ghiaccio dalle ali degli aeromobili), sia a causa del traffico internazionale, per via della necessità di dover aspettare slot liberi in cui inserire i voli. Sacbo, la società che gestisce lo scalo aeroportuale, in una nota ha fatto sapere che "i ritardi nelle partenze sono stati in media tra 60 minuti e un massimo di due ore". La situazione è tuttavia tornata normale verso la tarda mattinata, anche perché la nevicata è cessata poco dopo le ore 11, anche se si segnalano ancora ritardi soprattutto per quanto riguarda alcuni voli in arrivo.

Il De-icing è una procedura di sicurezza in caso di nevicate

Per i passeggeri, che come sempre accade in queste occasioni sono rimasti in attesa ricevendo assistenza dal personale di terra, non c'è stato altro da fare che aspettare che le operazioni, disposte anche per la loro sicurezza, terminassero. "L’emergenza neve è una procedura che scatta quando c’è una previsione meteo che indica questo tipo di precipitazione e prevede l’attivazione del de-icing con uomini e mezzi", ha precisato la Sacbo in una nota. Una procedura che riguarda tutti gli aeroporti che si trovano ad affrontare una nevicata, a meno che la precipitazione non si riveli così intensa da costringere lo scalo in questione a sospendere momentaneamente decolli e atterraggi. La nevicata di questa mattina a Bergamo ha causato disagi anche alla viabilità stradale, con diverse strade d'accesso alla città bloccate per l'intenso traffico, causato anche dal sottile strato di neve.