I grattacieli di Citylife "inghiottiti" dalla nebbia (Foto Fanpage.it)
in foto: I grattacieli di Citylife "inghiottiti" dalla nebbia (Foto Fanpage.it)

La nebbia modifica lo skyline di Milano. Nella mattinata di oggi, martedì 8 gennaio, il capoluogo lombardo si è svegliato avvolto dalla "scighera", come i milanesi chiamano il fenomeno atmosferico. La nebbia ha letteralmente cambiato il paesaggio urbano, avvolgendo e oscurando alla vista alcuni nuovi edifici entrati a far parte dello skyline milanese e anche vecchi monumenti. Nella zona Sempione e Citylife, ad esempio, la nebbia ha letteralmente "inghiottito" i grattacieli Allianz e Generali, oltre alla terza torre di Libeskind ancora in costruzione. Ma anche l'Arco della Pace che si erge vicino al Parco Sempione nelle prime ore del giorno è risultato invisibile alla vista da alcune centinaia di metri di distanza.

Nebbia e smog a Milano

Ai nostalgici della Milano d'un tempo la nebbia evocherà sicuramente bei ricordi. Oggi, che il fenomeno è certamente meno intenso (anche se si ripete comunque più volte nel corso di ogni anno) l'attenzione di molti è invece rivolto a un altro fenomeno correlato alla nebbia: vale a dire lo smog. Un problema che in questi giorni di tempo relativamente stabile, dopo la prima emergenza di Capodanno e del 2 gennaio, rischia di riproporsi a breve: sono già quattro infatti le giornate in cui a Milano si è superata la soglia limite di concentrazione delle polveri sottili (Pm10) nell'aria. Motivo per cui a breve potrebbero scattare i nuovi divieti di circolazione per le auto più inquinanti.