10.829 CONDIVISIONI
31 Maggio 2020
16:51

Monza, il virologo dell’Asst: “Il Covid non è una polmonite da cui si guarisce”

“Il Covid non è una polmonite da cui si guarisce, i pazienti colpiti in modo più grave hanno sviluppato una fibrosi polmonare e non torneranno più a respirare come prima”. Lo ha detto il professor Paolo Bonfanti, direttore dell’Unità operativa di malattie infettive dell’Azienda socio sanitaria territoriale di Monza che dalla prossima settimana coordinerà un ambulatorio dedicato proprio ai pazienti che hanno avuto il Coronavirus e, anche se dimessi, sono alle prese con i gravi effetti della malattia.
A cura di Francesco Loiacono
10.829 CONDIVISIONI

"Abbiamo capito presto che il Covid non è una polmonite da cui si guarisce". A dirlo è il professor Paolo Bonfanti, direttore dell’Unità operativa di malattie infettive dell'Azienda socio sanitaria territoriale di Monza che dalla prossima settimana coordinerà un ambulatorio dedicato proprio ai pazienti che hanno avuto il Coronavirus e, anche se dimessi, sono alle prese con gli effetti della malattia: "I pazienti colpiti in modo più grave hanno sviluppato una fibrosi polmonare e non torneranno più a respirare come prima", ha detto il prof. Bonfanti secondo quanto riportato dal quotidiano locale "Il Cittadino". In una nota l'Asst di Monza, terzo ospedale in Lombardia per numero di ricoverati (oltre 1700) ha spiegato: "Nei pazienti con malattia grave, accanto all’interessamento polmonare presente nella maggior parte dei pazienti, si è osservata la comparsa frequente di fenomeni trombo-embolici, di complicanze cardiologiche. Inoltre per molte persone l’esperienza del ricovero è stata traumatica e caratterizzata da sofferenza psicologica".

Dalla prossima settimana attivo l'ambulatorio post Covid

Da qui l'idea di creare un ambulatorio di follow-up per i pazienti dimessi con diagnosi di Covid-19, che sarà operativo dalla settimana entrante nelle mattine di mercoledì e giovedì. L’ambulatorio avrà carattere multidisciplinare: oltre a infettivologi e pneumologi vedrà il coinvolgimento di altri specialisti, come cardiologi, geriatri, rianimatori e psicologi, per identificare i problemi clinici dei pazienti ancora irrisolti e farsene carico. I pazienti saranno chiamati direttamente dai medici dell’Unità operativa complessa di Malattie infettive. "Ringrazio il prof. Bonfanti per questa iniziativa, che ho fortemente condiviso", ha detto il direttore generale della Asst Monza Mario Alparone, che ha aggiunto: "Passata la fase di emergenza ora tutti si chiedono quali siano gli effetti della malattia anche a lungo termine, con questo ambulatorio desideriamo dare alla nostra comunità una risposta concreta e mi auguro rassicurante".

10.829 CONDIVISIONI
All'Asst di Mantova un concerto con il violino nel reparto dei neonati prematuri
All'Asst di Mantova un concerto con il violino nel reparto dei neonati prematuri
Direttore Asst Cremona: "Momento cruciale, abbiamo bisogno di medici per inoculare la terza dose"
Direttore Asst Cremona: "Momento cruciale, abbiamo bisogno di medici per inoculare la terza dose"
All'Asst di Mantova un concerto con il violino per i bimbi prematuri
All'Asst di Mantova un concerto con il violino per i bimbi prematuri
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni