Un uomo di 43 anni è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di maltrattamenti in famiglia aggravati, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Il 43enne, un operaio di nazionalità romena residente a Cologno al Serio, in provincia di Bergamo, ieri sera è tornato a casa completamente ubriaco e, dopo aver picchiato la moglie e la figlia di nove anni, ha preso in braccio la bambina minacciando di gettarla dalla finestra. Un vicino di casa ha assistito alla scena: dopo aver visto la bimba sospesa nel vuoto dalla finestra dell'appartamento, posto al terzo piano, ha immediatamente avvertito i carabinieri.

L'uomo, ubriaco, aveva picchiato moglie e figlia.

I militari sono intervenuti prontamente e, non senza difficoltà, sono riusciti a mettere in salvo la piccola e ad arrestare l'uomo. È emerso che quanto avvenuto ieri sera non era un caso isolato: il 43enne in più occasioni si era reso protagonista di soprusi e violenze nei confronti dei suoi famigliari. Dopo aver arrestato il 43enne i carabinieri si sono occupati delle sue vittime: la moglie è stata trasportata in ospedale, dove i medici l'hanno medicata diagnosticandole traumi guaribili in 25 giorni. Anche la bambina è stata portata in ospedale per accertamenti: per lei cinque giorni di prognosi per le percosse subìte, oltre alla comprensibile paura per il pericolo corso.