Ha devastato in piena notta una decina di auto parcheggiate sotto gli effetti dell'alcol e poi ha cercato di aggredire i poliziotti intervenuti per fermarlo. Un ragazzo di 21 anni è stato arrestato attorno alle tre di notte del 9 maggio a Milano, in via Carbonera, zona Porta Vittoria, mentre si accaniva sulle macchine in sosta e su un motociclo, danneggiando carrozzerie, specchietti e finestrini. Alla vista degli agenti delle volanti della Questura, intervenuti per bloccarlo, il giovane si scagliato contro di loro ma è stato immobilizzato e tratto in arresto. Per lui l'accusa è ora di danneggiamento aggravato. Non è ancora chiaro cosa abbia provocato la furia distruttiva del 21enne, che dovrà rendere conto delle sue azioni alle forze dell'ordine.

Le auto parcheggiate nei mirino dei vandali

Non è la prima volta che le auto parcheggiate in strada finiscono nel mirino di atti vandalici a Milano. In passato c'è chi si è divertito a imbrattare con la vernice spray i veicoli in sosta, episodio accaduto tra via Balilla e via Gentilino in zona Ticinese. Più grave il caso del 27enne nigeriano che armato di spranga si è accanito su alcuni mezzi fermi nei pressi della stazione Centrale. La sua furia si era scatenata in pieno giorno sotto gli occhi attoniti di passanti e viaggiatori diretti allo scalo ferroviario. In preda a una sorta di raptus il giovane era salito in piedi sul cofano di una Land Rover, distruggendone il parabrezza. Subito dopo aveva colpito anche altre auto nei paraggi, facendo a pezzi lunotti e finestrini.