Immagini di repertorio
in foto: Immagini di repertorio

È morto l'uomo ritrovato in Giovanni Battista Grassi, alla periferia nord di Milano da alcuni passanti martedì pomeriggio intorno alle 16.00. Si tratta di un senzatetto di 67 anni probabilmente originario dell'Est Europa, che si era accasciato sull'asfalto di un marciapiede della strada in zona Roserio. Soccorso dal personale sanitario del 118 giunto sul posto immediatamente, l'uomo era stato stato trasportato all'ospedale Sacco in codice rosso. La sua temperatura corporea al momento dell'arrivo al Pronto soccorso era molto bassa e il battito cardiaco lento e debole, per questo era stato ricoverato nella shock room del reparto di terapia intensiva, ma nella notte l'uomo è stato colpito da arresto cardiaco ed è deceduto. Appena giunto in ospedale, la prima ipotesi avanzata dai medici era stata proprio quella di un malore dovuto principalmente all'esposizione prolungata alle basse temperature. È la seconda vittima per il freddo in pochi giorni: domenica scorsa un altro senzatetto era stato trovato morto sdraiato sopra una panchina in via Sidoli. Solo due giorni fa il comune di Milano ha dato il via al "piano freddo" che prevede il potenziamento del numero di posti letto a favore dei senza fissa dimora in strutture attrezzate per tutto il periodo autunnale e invernale.