La marcia per il clima del 24 maggio a Milano
in foto: La marcia per il clima del 24 maggio a Milano

"Ci siamo rotti i polmoni", "la terra non è usa e getta", "il clima sta cambiando e la politica no". Gli studenti milanesi sono tornati in piazza per chiedere agli adulti e alla politica di non dimenticare che, per salvare il pianeta, il tempo è poco. Dopo la marcia dello scorso 15 marzo che ha visto la partecipazione di decine di migliaia di giovani, Milano si mobilita per il secondo "Global strike for future", indetto per venerdì 24 maggio 2019 in tutto il mondo dall'attivista svedese Greta Thunberg. Nel capoluogo lombardo il coordinamento delle associazioni ambientaliste Milano per il Clima ha organizzato un corteo, partito alle 9 da largo Cairoli. "30mila persone tornano in piazza per il proprio futuro. Oggi, secondo sciopero globale per il clima, chiediamo che, dopo il comune di Milano, Regione Lombardia dichiari l'emergenza climatica ed ambientale", spiegano gli organizzatori.

Il corteo da Largo Cairoli alla stazione Centrale

La marcia degli attivisti in difesa del clima è partita da Largo Cairoli dove migliaia di ragazzi si sono radunati con cartelli e striscioni. Il corto è proseguito in piazza Cordusio, via Orefici, via Larga, Largo Augusto, via Visconti di Modrone fino ad arrivare ai Bastioni di Porta Venezia, via Monte Santo, Bastioni di Porta Nuova, via Melchiorre Gioia, via Galvani e quindi piazza Duca d'Aosta di fronte alla stazione Centrale. In serata è prevista la mobilitazione cittadina che partirà alle ore 18 sempre in largo Cairoli.

Gli appuntamenti dedicati al clima dall'Arch Week 2019

In omaggio al secondo sciopero del clima, anche l'Arch week 2019 – la settimana di appuntamenti dedicati all'architettura in corso dal 21 al 26 maggio a Milano – ha in programma appuntamenti dedicati all'emergenza ambientale. Alle 18 al palco Giardino della Triennale Luca Mercalli tiene una lezione sul cambiamento climatico; alle ore 21, sempre alla Triennale, Simone Molteni e Stefano Boeri incontrano gli studenti e alcuni esponenti del mondo delle imprese per un confronto sulle strategie per il futuro sostenibile del pianeta.