Lo striscione del Blocco studentesco (da Facebook)
in foto: Lo striscione del Blocco studentesco (da Facebook)

Uno striscione con la scritta "Basta Anpi nelle scuole" davanti al liceo scientifico Severi di Milano, in via Alcuino, dove questa mattina si è tenuto un incontro promosso dall'Associazione nazionale partigiani d'Italia con Moni Ovadia e Tiziano Tussi. Lo striscione è apparso nella notte ed è "firmato" dal Blocco studentesco, i giovani di CasaPound. La provocazione dei neofascisti è stata duramente condannata dalla sezione milanese dell'Anpi che ha anche ribadito la volontà di non farsi intimidire da simili gesti: "Ribadiamo con fermezza che l'Anpi Provinciale di Milano continuerà la sua instancabile azione nelle scuole, per spiegare ai ragazzi cos'è stato il fascismo e quali sciagure ha provocato non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo intero", ha scritto il presidente dell'Anpi di Milano Roberto Cenati. "Non è più tollerabile che si ripetano, con frequenza sempre più intensa, nel nostro Paese e in particolare a Milano, città Medaglia d'Oro della Resistenza, manifestazioni di movimenti neofascisti e neonazisti che, perseguendo la politica della paura e della discriminazione, diffondono il virus della violenza, dell'intolleranza e dell'odio".

L'Anpi: Sciogliere le organizzazioni neofasciste e neonaziste

Nella nota che ha accompagnato il gesto provocatorio Blocco studentesco aveva definito l'Anpi una "organizzazione che più volte ha dato prova di voler solo alimentare odio, raccontando una versione faziosa e incompleta delle vicende storiche del nostro paese". Di fronte a queste parole e all'ennesima provocazione avvenuta nottetempo la posizione dell'Anpi è molto dura: "Chiediamo allo Stato di manifestare pienamente la sua natura antifascista, prefigurata nella Costituzione repubblicana, impegnandosi sul terreno della memoria e della conoscenza storica, sciogliendo, per legge, le organizzazioni neofasciste e neonaziste che si contrappongono ai principi della nostra Carta Costituzionale e alle leggi Scelba e Mancino".