Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo di 47 anni, senza fissa dimora è stato trovato senza vita attorno alle 7.00 del mattino di oggi – lunedì 13 gennaio – da un passante che ha dato l'allarme chiamando il 112. Sul posto, su via Colletta all'angolo con via Umbria in zona Porta Romana, il personale sanitario del 118 che non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Sul corpo Nishantha Jagath Hemakeerth Wewalage, questo il nome della vittima, non presentava segni di violenza e sarà l'autopsia a stabilire le cause della sua morte.

Era stato indirizzato in un Centro aiuto della città

La vittima, nata in Sri Lanka, era conosciuto dai Servizi sociali del Comune. Nel 2017, l’uomo era stato accolto dal servizio “post acute”, che accoglie persone senzatetto con problematiche di salute dopo ricoveri ospedalieri. L'8 gennaio scorso era giunta dal Policlinico una richiesta per un posto in accoglienza ordinaria per l’uomo per il quale i servizi avevano dato disponibilità. Era quindi stato indirizzato al Centro aiuto della Stazione centrale per essere poi destinato alle strutture di accoglienza, ma l’uomo non si è mai presentato.

Temperature a -2: forse colpa del freddo

Non è escluso che a essere fatale all'uomo sia stato il freddo: stanotte in città la colonnina di mercurio è scesa a -2°.  Il senzatetto giaceva in terra, a pochi metri da una panchina, e sulla sua morte le forze dell'ordine hanno aperto un fascicolo: sul posto, oltre i soccorsi medici, anche diverse volanti della polizia di stato. È il secondo senza fissa dimora morto in strada negli ultimi due mesi a Milano: lo scorso 5 dicembre, alla fermata della metro di Molino Dorino, il corpo senza vita di un uomo in carrozzina coperto da un piumone era stato scoperto da un passante. Anche in questo caso, purtroppo, inutili i soccorsi.

Il Piano Freddo del comune di Milano

Il Piano Freddo del comune di Milano è partito lo scorso 18 novembre, con un aumento dei posti letto disponibili per accogliere i senza fissa dimora. Il cuore dell'accoglienza rimane il Casc – Centro aiuto stazione centrale, con l'apertura di un nuovo spazio in via Sammartini aperto dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 21 e dalle 12 alle 21.00 nei week end e nei festivi. A questa struttura si aggiungono quelle che offrono un intervento a bassa soglia con il solo ricovero notturno. Al numero unico 02/ 88447646 è possibile segnalare la presenza di persone in difficoltà che dormono per strada.