The Medelan, il nuovo palazzo del Credito italiano in piazza Cordusio (Foto da Genius loci architettura via Facebook)
in foto: The Medelan, il nuovo palazzo del Credito italiano in piazza Cordusio (Foto da Genius loci architettura via Facebook)

Dopo l'ex Palazzo delle Poste, che adesso ospita la torrefazione della catena statunitense Starbucks, piazza Cordusio a Milano è pronta a "rifarsi il trucco" relativamente a un altro dei palazzi storici che vi si affacciano. Si tratta dell'ex palazzo del Credito italiano, progettato dagli architetti Luigi Broggi e Cesare Nava e costruito nel 1901. Il palazzo, che consta di tre diversi edifici collegati, nel 2015 era stato venduto dal fondo Idea Fimit del gruppo DeAgostini alla compagnia di assicurazioni portoghese Fidelidade, a sua volta controllata dal colosso cinese Fosun international limited.

Il progetto di riqualificazione costerà 100 milioni di euro

Ieri in una conferenza i nuovi proprietari del palazzo hanno presentato il progetto di riqualificazione, dal costo complessivo di 100 milioni di euro. La bella facciata del palazzo, che accompagna la rotondità della piazza nel pieno centro di Milano e a pochi passi dal Duomo, non verrà modificata dai lavori di riqualificazione che invece rivoluzioneranno completamente gli interni. L'edificio diventerà un nuovo polo di riferimento per il retail, con il piano interrato e il primo piano dedicati ai negozi. Dal secondo al quinto piano troveranno spazio uffici, mentre al sesto piani sarà aperto un ristorante con una terrazza panoramica che promette di regalare una vista panoramica sul centro di Milano.

Il nuovo palazzo si chiamerà "The Medelan", dal nome del primo insediamento celtico attestato nel territorio in cui oggi si estende la metropoli lombarda. Al progetto di riqualificazione ha partecipato lo studio di architettura Gla (Genius loci architettura): gli interventi sono improntati all'ecosostenibiltà, con la progettazione di giardini interni e spazi per l'organizzazione di eventi che renderanno più vivibile l'edificio in ogni momento della giornata e dell'anno: per i nuovi proprietari il palazzo dovrà essere una sorta di polo d'attrazione per chi lavora, fa shopping o vuole semplicemente trascorrere in spensieratezza il proprio tempo libero.